Chi sono i nostri approdati a Londra?

Chi sono gli italiani che si sono trasferiti a Londra? Cosa cercano? Nella loro valigia cosa hanno messo?

Anche quest’anno la capitale inglese è stata tra le mete più ambite dagli italiani che hanno deciso di partire in cerca di fortuna: qua vivono tanti connazionali quanti ne servirebbero a riempire una città in Italia!

Siamo andati a coCartinaBab_sondaggionoscere più da vicino chi, come noi, è approdato a Londra. Abbiamo cercato di disegnare il profilo dei neo-arrivati proponendo un sondaggio a chi è venuto a trovarci agli incontri di Benvenuto a Bordo del Martedì sera. I nostri partecipanti al sondaggio sono a Londra da appena una settimana o già da qualche mese, ognuno con la sua storia, le sue esperienze, le sue motivazioni*.


Sono approdati a Londra partendo da tutta Italia: da Nord a Sud, ce n’è per tutte le reg ioni. ma tra tutte vincono Lombardia (con il 16%) e Puglia (con il 13%).

 

 

 

EtaBab_sondaggio

Il 60% di loro è giovane ed ha tra i 20 ed i 35 anni mentre il 16% ha più di 45 anni. Un dato, questo, che ci suggerisce che a Londra non ci arrivano solo ragazzi in cerca delle prime opportunità lavorative, ma stanno emigrando anche i più adulti forse con la speranza di consolidare le loro carriere o di cambiarle totalmente.

 

 

TitoloStudioBab_sondaggio

L’84% dei nostri intervistati ha un diploma, una Laurea o un Master: quasi la metà di loro sono laureati magistrali (il 36%), seguiti da chi ha un diploma di Scuola Superiore (24%) e la Laurea Triennale (16%).

Più della metà degli approdati sono arrivati a Londra da soli (il 63%), ma troviamo anche chi ha deciso di iniziare questa esperienza in coppia (il 27%) e chi inoltre ha portato con sé i bambini (il 10 %). Tra questi ultimi c’è chi afferma di essere partito dal Bel Paese per offrire ai propri figli nuove opportunità che in Italia non riusciva più a trovare.


Non ci sorprende che vinca il lavoro tra i motivi del trasferimento (il 43% degli intervistati), seguito dall’esigenza o il desiderio di imparare l’inglese (il 22%) e la ricerca di nuove esperienze (il 20%). Ma qualcuno si sposta anche per motivi di studio o ricongiungimento familiare.

Saggiamente, il 73% dei partecipanti ha portato con sé una ragionevole cifra, pari o superiore ai 1000£: in particolare, il 40% ha scelto di portare più di 2000£. Sappiamo bene infatti quali e quante siano le sfide quando si cercano casa e lavoro non appena arrivati a Londra ed avere con sé una cifra simile è fondamentale.

Londra è una città che presenta tante sfide ma che regala spesso anche gioie e soddisfazioni: se il 10% è approdato per pochi mesi, il resto ha intenzione di continuare a vivere qui per almeno 6 mesi o 1 anno; il 51% poi ci sta così bene che vuol restare per un po’ di anni ed il 19% è ottimista e coraggioso e pensa di restare per tutta la vita.

Ma ci mancherà qualcosa della nostra amata patria? Secondo il nostro sondaggio sì: il cibo, il sole, gli amici e… il bidet!

* I risultati non hanno carattere generale, rappresentano le risposte di un piccolo campione (circa 70 persone) che hanno risposto al sondaggio.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *