Perche` fare volontariato a Londra?

Tra le varie definizioni di volontariato questa e` quella che secondo me rende maggiormente l’idea:

Il volontariato è un’attività libera e gratuita svolta per ragioni di solidarietà e di giustizia sociale. Può essere rivolta a persone in difficoltà, alla tutela e valorizzazione dell’ambiente e promuovere la cultura della solidarietà.

Mi sono sempre data da fare per dedicarmi a questo genere di occupazioni sia nella mia città di provenienza che qui a Londra, dove seguo contemporaneamente un’associazione italiana ed una inglese.

Perché far qualcosa per cui non si viene pagati? Perché passare diverse ore impegnati in attività non a scopo di lucro quando potresti farti una passeggiata o guardarti un bel film al cinema?

Prima di tutto essere impegnata mi carica di energie e svolgere del volontariato è ancora più bello perché ricevi sempre un doppio beneficio: aiuti qualcuno o migliori qualcosa e acquisisci un’esperienza che prima non avevi.

Altro motivo, questo forse un po’ più pratico, e` che un’attività di volontariato svolta con interesse fa sempre bella figura in un curriculum e puo` risultare utile per la propria formazione e professione.

Anche a Londra ho iniziaIMG-20150912-WA0012to presto a cercare qualcosa da fare. Letta un’inserzione su un giornale preso all’ingresso della metro, decido di mandare una mail all’associazione che stava cercando volontari per un evento che si sarebbe tenuto di li` a poco. Lo scopo era quello di raccogliere fondi per attuare delle migliorie ad un’ospizio. Tutto è stato molto rapido: mando la mail, mi rispondono, dopo un paio di giorni mi richiamano, mi spiegano di cosa si tratta, accetto, mi mandano i dettagli dell’evento e quella Domenica parto. È stata una giornata davvero entusiasmante. Non mi conoscevano, mi hanno accolto con un bel sorriso, mi hanno dato una maglietta e dei pennarelli invitandomi a scrivere un pensiero positivo sul retro, poi la spilla del volontario, buoni pasto e tutte le dritte del caso.  Raggiunta la mia postazione, ho iniziato a dare informazioni sui percorsi da fare, a condurre le persone sulle strisce pedonali e altro.

Dopo quella volta ho avuto altre occasioni per lavorare con loro ad eventi diversi; me ne ricordo uno molto divertente dove vendevo gioccatoli e biglietti della lotteria! Da poco mi hanno anche inviato gli attestati di partecipazione che potrò tranquillamente inserire nel curriculum e prossimamente ci sarà la cerimonia di ringraziamento.

Ripensando alla ma esperienza italiana, noto che qua in Inghilterra il modo di strutturare le cose è un po’ diverso. L’Italia e` la prima nazione al mondo per numero di volontari e questo genere di attivita` sono seguite con interesse e dedizione, ma nel modo di coinvolgere, il volontariato italiano è a volte un po’ chiuso in se stesso: spesso i coordinatori sono persone che si conoscono da tempo e non lasciano ai nuovi volontari tutta la libertà che ho trovato qui. Inoltre non si dedica molto spazio alla formazione, al rilascio di certificazioni e materiale (t-shirt, spille, volantini), alla pubblicità ed alla raccolta di fondi. Gli eventi in Italia dovrebbero susseguirsi numerosi in un anno e invece, forse un po’ per pigrizia, si perde quell’animo gioioso che ci dovrebbe essere sempre. In alcune occasioni ho visto ragazzi stare seduti sulle sedie, interagendo pochissimo e a volte senza neanche essere consapevoli di cosa stessero facendo e per quale motivo. Ma e` bene non generalizzare perche` ci sono anche associazioni che si dedicano con costanza e passione alla realizzazione dei loro obiettivi.

Qui in Inghilterra ogni singolo volontario e` fondamentale per l’attivita` e, pur avendo assegnato un incarico specifico, ha molta libertà nell’agire. Partecipare a eventi di volontariato e` un’esperienza divertente, interessante, istruttiva e gratificante e inoltre si hanno possibilita`di formazione riutilizzabili in ambito professionale.

Vi consiglio quindi di vivere a pieno tutto quello che questo paese vi offre, perché dietro ogni offerta c’è sempre un opportunità di crescita e il volontariato ne è un esempio lampante.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *