Diario di Bordo n°6 – Le Referenze

Londra, 16 Maggio 2015

Vivere e non sopravvivere è stata la ragione che mi ha spinto a partire per Londra. Volevo sfruttare la mia professionalità, esser pagata per il mio lavoro e per il tempo speso nel farlo…Insomma cercavo la normalità che nel nostro paese sembra essere utopia!

Per un lungo periodo ho provato a realizzare tutto questo in Italia. Vivevo da perenne precaria (super qualificata e per questa ragione molto spesso scartata e/o sottopagata) e soprattutto senza la possibilità di poter fare piani per il futuro. Dopo una lunga riflessione, finito il dottorato di ricerca, ho deciso di approdare a Londra.

Londra è la capitale della meritocrazia e la reference non ha assolutamente la concezione negativa come da noi in Italia perchè semplicemente prova che quello che è scritto sul vostro curriculum sia vero. Prima di iniziare a cercare lavoro vi consiglio di pensare bene alle vostre references perché sono una delle prime cose che vi chiederà il futuro manager.  Vorrà avere i contatti del vostro impiego precedente a cui verrà chiesto di confermare il periodo in cui avete lavorato lì e di stilare un vostro profilo professionale. In sostanza la reference racchiude la reputazione che vi siete guadagnati lavorando giorno per giorno…della serie “quello che semini raccogli”.

 

A Londra ho preso coscienza che l’inglese che si impara in Italia nelle scuole o frequentando corsi privati e costosi sono completamente inutili. Se avete tempo a disposizione, vacanze o anni sabbatici vi consiglio di investire nell’apprendimento dell’inglese: fate un viaggio in UK e magari troverete anche l’occasione di lavorare in Inghilterra, perché no?

Londra è la città delle mille occasioni ed opportunità e perciò ha un’altissima competitività che non è facile da affrontare senza avere un piano ben definito. All’inizio ci sono tantissimi ostacoli da superare e il primo fra tutti è la lingua. A questo si aggiunge che per noi Italiani è difficile acquisire immediatamente un certo stile di vita: ad esempio qua tutto deve essere prenotato con largo anticipo altrimenti ti toccano un bel sold out o file chilometriche.

Londra è una città piena di stimoli da sfruttare ed è ricca di cose interessanti come eventi, mostre, corsi…e molto spesso sono gratuite! Qua ho scoperto interessi che non pensavo di avere. Sembra di vivere nella città in cui tutto è possibile e tutto esiste, ma attenzione perché questa cosa può anche confondere e far perdere di vista l’obiettivo!

A Londra si vivono fortissime emozioni che vanno dalla completa solitudine e malinconia fino a grandissime gioie. Si fanno tantissimi sacrifici che però poi saranno ricordati con piacere perché ci avranno condotto al nostro obiettivo.
Detto ciò ricordate sempre di rimanere ambiziosi e ottimisti perché allunga la vita e regala grandi emozioni.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *